21 Febbraio premiazione e mostra Artènsile

Tre vincitori, una mostra, una scommessa vinta. Con il 2015, entra nel vivo la terza edizione del premio fotografico Artènsile, promosso dalla Canese Dante srl con il patrocinio del Comune della Spezia e l’Istituzione dei Servizi culturali. Una lunga fase di raccolta e selezione, ha visto darsi battaglia a colpi di scatti 51 fotografi di tutta Italia, che si sono cimentati con il tema “Il fascino dei congegni di protezione”, superando la sfida di trasformare i dispositivi di sicurezza in uno strumento di promozione e marketing fuori dal comune, capace di unire arte e mondo della ferramenta. Sabato 21 febbraio alle 17.30 presso il Camec, Centro di Arte Moderna e Contemporanea di piazza Battisti alla Spezia, si terrà la premiazione dei tre vincitori.Uno per ogni categoria del concorso, sono stati scelti dalla giuria presieduta da Jacopo Benassi e composta da Matteo Sara ed Enrico Formica: si tratta di Tatiana Mura della Spezia (sezione Unlimited), Silvia Sanna di Sassari (sezione Under 30), e Alessio Roncoroni di Milano (Premio della Critica); questi ultimi saranno ospiti del Comune della Spezia e del Camec. In concomitanza con la premiazione, verrà inaugurata la mostra “Fascino dei congegni di protezione – Esito della selezione fotografica del concorso Artènsile”, realizzata con la consulenza artistica di Francesca Cattoi: esporranno non soltanto le dodici fotografie giudicate migliori dalla giuria, ma anche quella più votata nella pagina Facebook dedicata al premio: il record di “like” è andato a Matteo Bonino di Imperia, in gara nella categoria Under 30. Ma non finisce qui: nel corso dell’evento, l’ideatrice del concorso Sabrina Canese, insieme allo staff di Artènsile, all’assessore alla Cultura del Comune della Spezia Luca Basile e alla Consulente Artistica del Camec Francesca Cattoi, annuncerà una serie di iniziative collaterali che coinvolgeranno tutta la città, a dimostrazione di un legame sempre più saldo fra il territorio e una manifestazione che ha saputo prendere il volo verso la dimensione nazionale.

Leave a comment